Ordini, Collegi e Consigli Nazionali soggetti alla “TRASPARENZA” del D.Lgs. 33/2013

ANACCon atto motivato, l’ANAC – AUTORITA’ GARANTE ANTOCORRUZZIONE, ha emanato con la Delibera N. 145 del 21 ottobre 2015 il “Parere dell’Autorità sull’applicazione della l. n. 190/2012 e dei decreti delegati agli ordini e ai collegi professionali“.

In tale Parere si evidenzia che l’entrata in vigore in data 20.04.2013 del Decreto Legislativo n° 33 che, ai sensi dell’art. 1 commi 35 e 36 della Legge 190/2012 “Disposizioni per la prevenzione e la repressione della corruzione e dell’illegalità nella pubblica amministrazione”, ha riordinato la normativa in materia di obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione delle informazioni da parte delle amministrazioni pubbliche e, con una ricostruzione puntuale della norma con la delibera citata, ha rilevato che  gli Ordini professionali sono soggetti al principio generale della trasparenza, da intendersi come piena accessibilità alle informazioni concernenti la loro organizzazione e attività, allo scopo di favorire forme diffuse di controllo sul perseguimento delle funzioni istituzionali ad essi attribuite e all’utilizzo di risorse.

Con successivo comunicato del Presidente – L’Autorità Nazionale Anticorruzzione, del 18 novembre 2015, ha evidenziato che l’attività del controllo dell’ANAC avrà inizio il 15 gennaio 2015.

Quali gli obiettivi fondamentali del Decreto TRASPARENZA:

Favorire la prevenzione della corruzione

Attivare un nuovo tipo di “controllo sociale” (accesso civico)

Sostenere il miglioramento delle performance

Migliorare l’accountability dei manager pubblici

Abilitare nuovi meccanismi di partecipazione e collaborazione tra PA e cittadini.

Come  verificare se il proprio ordine si sia adeguato alle regole ed i principi del Detreto Trasparenza?

Tramite”La Bussola della Trasparenza“.

“La Bussola della Trasparenza, realizzata dal Dipartimento della Funzione Pubblica, è accessibile da tutti (cittadini e amministrazioni), e rappresenta un sistema che accompagna le amministrazioni nel percorso verso la “trasparenza totale” utilizzando, forse per la prima volta al mondo, strumenti che coniugano la trasparenza delle pubbliche amministrazioni con la partecipazione e la collaborazione dei cittadini.
La Bussola assume un ruolo rilevante nel misurare il livello di trasparenza di una amministrazione con riflessi importanti per quanto riguarda la prevenzione ed il contrasto alla corruzione”

Per verificare il tuo Ordine o Consiglio Nazionale é sufficiente accedere al seguente link:

http://www.magellanopa.it/bussola/

Seleziona  una delle varie opzioni.

Oppure, se vuoi verificare direttamente il sito del tuo Ordine, vai direttamente al seguente link:

http://www.magellanopa.it/bussola/page.aspx?s=verifica-dlgs-33-2013&qs=i/IwZsp5t0Z/qJNdz1eumw==

Seleziona “altri enti” dal menù a tendina ed inserisci il sito internet del tuo Ordine.

Al termine potrai verificare se il sito del tuo Ordine rispetta i requisiti per una amministrazione trasparente.

In merito, il Consiglio Nazionale Ingegneri ha emanato una circolare esplicativa con le “Linee Guida del CNI di Comportamento dei Dipendenti degli Ordini Territoriali” ed un seminario formativo che si è tenuto il 4 giugno ultimo scorso, con la seguente locandina.

Il Consiglio Nazionale Architetti PPC sembra, ed il condizionale è d’obbligo, stia predisponendo delle Linee guida sulla trasparenza, anche se non ci è dato conoscerne il contenuto.

A.A.

C Riproduzione Riservata

Documentazione scaricabile i  formato PDF:

D.Lgs. 33/2013 – Sintesi dei Contrenuti (PDF) – a cura del Dipartimenti Funzione Pubblica.

Delibera dell’Autorità Nazionale Anticorruzione e Trasparenza n° 145 del 21 ottobre 2014 “Parere dell’Autorità sulla applicazione della Legge n° 190/2012 e dei decreti delegati agli ordini e ai collegi professionali” (PDF)

Comunicato del Presidente – formato PDF – Modifica del termine per l’inizio dell’attività di controllo

“Linee Guida del CNI di Comportamento dei Dipendenti degli Ordini Territoriali”

Lascia un commento