Quando essere un ARCHITETTO IUNIOR non può che essere sinonimo di orgoglio

I frutti della riforma universitaria del 1999, che ha dato vita alle lauree (c.d. triennali) comincia a dare i suoi frutti nonostante continue ed incessanti VESSAZIONI.

I fautori di questo “diverso” sistema formativo, fatto di un “tre” ….. e poi forse di un “due”, dovrebbero trarne motivo di orgoglio come lo dovrebbero essere tutti coloro che sono iscritti alle sezioni B degli Albi degli Architetti PPC ed Ingegneri, fieri di un titolo che ci svilisce e NON ci abbatte, rendendoci forti delle nostre iniziative e campacità che nulla hanno da invidiare a “magistrali” spesso pieni di sola boria inutile ed improduttiva, incapaci di lottare ad armi pari sul piano delle competenze reali, nascondendosi incapaci solo dietro il valore legale di un titolo accademico e di una “nobiltà” che non hanno.

Segnaliamo con vanto l’iniziativa di due architetti iunior della Regione Calabria, Ivan Laface (ideatore)  e Giovanni Filippone, di 30 e 31 anni, coadiuvati dall’avvocato Paola Azzarà e dal grafico Giuseppe Albanese di 25 anni, un gruppo giovane che si è dato una mission:

“….voler rivoluzionare il mondo dell’architettura e del design reinventando il modo di mettere in relazione i clienti con architetti e aziende italiane leader del settore appositamente selezionati. Questo nuovo approccio permetterà ai clienti di entrare in contatto con il top qualitativo che architettura, design e produzione Made in Italy possano offrire.”

Quale merito di orgoglio? L’iniziativa imprenditoriale in primis e la voglia di diffondere la cultura dell’architettura con la A maiscola in secundis, cercando di mettere in contatto le esigenze di clienti desiderosi di idee e soluzioni e coloro che hanno gli strumenti per trovare soluzioni ad hoc.

Una iniziativa che ha avuto il plauso del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali il quale ha ritenuto degna di nota la loro iniziativa dedicandole un articolo suo blog istituzionale.

Cosa promuovono questi intraprendenti colleghi IUNIOR?

designBOX – un cofanetto all inclusive

designBOX – come funziona

Quale l’interesse per architetti ed architetti iunior? il CONCORSO

Designer Contest, le selezioni per giovani architetti creativi

 “Un contest destinato ai giovani architetti [ndr e architetti iunior] che avranno la possibilità di dimostrare la propria creatività e il proprio talento e di entrare a far parte di un network professionale di alto livello. Per realizzare questo obiettivo è necessario superare quattro fasi: iscrizione on line; creazione video di presentazione; colloquio con lo staff di Italian Design Factory; prova pratica “sul campo”.”

Il concorso ha il fine di selezionare, per una iniziativa pilota, 30 giovani architetti (sezione A e B senza nessuna distrinzione se non le capacità) nell’area Romana per proseguire successivamente nel resto del paese

Per un approfondimento si rimanda al regolamento presente sul loro sito ufficile: idfsrl.com .

Qualcuno si chiederà: difetti nulla, tutto bello?

Ebbene si, qualche difetto c’è! Limite di partecipazione 35 anni al 31/12/2013 e la scadenza del concorso al 30 giugno 2013.

Confidiamo che il termine del 30 giugno venga prorogato e che per gli over 35 sia bandito un nuovo concorso a loro dedicato.

Da parte di chi scrive non rimane che augurare un sincero in bocca la lupo (sperando che gli animalisti non ce ne vogliano male).

architetto iunior Antonino Arancio

***********************************

fonti per l’articolo: www.blogcliclavoro.it , idfsrl.com

Lascia un commento