Laureati in ingegneria, CNI: ‘tra i più favoriti nel trovare lavoro’

L’articolo enfatizza come sempre la laurea magistrale ……eppur si muove.……..continua il trend positivo dei laureati in ingegneria,  sicuramente legato ad essere una professione tecnica, elemento non trascurarabile.

Il settore civile e ambientale conferma l’affanno del comparto, con retribuzioni più basse della media. 

Cosa dire ……”carta canta e villanti dorme”! 

Buone notizie anche per i triennali del settore architettura, anche se loro come gli ingegneri triennali edili scontano la crisi di settore.

Un estratto di cose che non dicono o omettono ci aiutano a capire meglio le dinamiche.

La convinzione che il titolo triennale non sia spendibile sul mercato del lavoro viene tuttavia confutata dai dati relativi al  tasso di disoccupazione: a cinque anni dalla laurea, infatti, è inferiore al 6% contro il 6,4% rilevato nella precedente indagine e a fronte di una media, tra tutti i laureati, che supera il 9%.”

…”Il titolo di laurea ingegneristico si conferma dunque come uno dei più spendibili sul mercato del lavoro anche per quanto riguarda la “versione triennale”. Il divario con quanto rilevato negli altri gruppi disciplinari è consistente: basti pensare che il tasso di disoccupazione nel gruppo geo-biologico supera il 20% e in quello chimico-farmaceutico sfiora il 19%.”

ed ancora 

E ad ulteriore conferma, ben il  91% di coloro che non si sono iscritti ad un corso di laurea magistrale preferendo l’entrata nel mondo del lavoro  risulta occupato a cinque anni dalla laurea, secondo solo ai laureati del gruppo scientifico.”

A.A.

http://www.edilportale.com/news/2017/02/professione/laureati-in-ingegneria-cni-tra-i-pi%F9-favoriti-nel-trovare-lavoro_56615_33.html

Lascia un commento