CUP3 – Stati generali degli ingengeri iuniores

Su gentile richiesta del Presidente del CUP3 si informano i lettori del nostro sito che il 7 luglio 2011 alle ore 14,30, presso il Teatro Capranichetta in Piazza Montecitorio, 131 in Roma, si terrà il convegno

“SE NON ORA QUANDO …. Stati generali degli ingegneri iuniores a dieci anni dal DPR 328/01.”

Il Sind.In.Ar.3 sarà presente quale uditore ed interverrà ove ne sarà data facoltà.

A.A.

Scarica la brochure/invito

7 risposte a “CUP3 – Stati generali degli ingengeri iuniores”

  1. Salve,
    beh, se la facoltà di parlare non la danno allora la si prende con forza!
    Più ci si piega e più…

    Se dovevo fare il perito o il geometra ci pensavo con 10 anni di anticipo magari!!

    Quasi quasi mi vergogno di appartenere a questa categoria visti i personaggi che ci rappresentano!

    1. Caro Collega,
      sentiamo ciò che hanno da dirci, quali proposte “illuminanti” e poi …….. vedremo.
      Un elemento importante è ciò che gli iscritti pensano.
      In diverse occasioni gli ingegneri mi sono sembrati favorevoli ad un albo separato, per i laureati triennali.
      Personalmente credo che potrebbe essere un “autogool”, vediamo la discussione della tavola rotonda.
      Di una cosa sono certo, gli architetti iuniores “masticano male” una fuoriuscita dai propri albi per andare in un ipotetico albo unico di triennali.
      Cordialmente.
      A.A.

  2. Ci sono novità in merito?
    Non capisco come periti e geometri vogliano prendersi i laureati triennali fra i loro ranghi. Piuttosto facciano in modo che i diplomati dei nuovi istituti tecnici diventino i nuovi periti ed i nuovi geometri, perchè sempre di diploma di scuola superiore si tratta.
    Cioè uno si spacca la schiena per superare esami di analisi matematica e scienza delle costruzioni per avere le stesse competenze di geometri che usciti dalle superiori ai giorni nostri non sanno dimensionare nemmeno un balcone? per avere le stesse competenze di periti che non possono usare il calcolo infinitesimale?
    Volete fare così? va bene… allora tagliamo gran parte dei programmi dei corsi universitari, via il calcolo infinitesimale che tanto non potrai usare e ovviamente togliamo gli esami di mezzo ma solo uno bello grande alla fine… ecco quà alla fine dei tre anni universitari un perito ed geometra…….

  3. Questa è la mia proposta. semplice semplice.

    diploma = albo unico dei tecnici diplomati (geometri, periti ind, periti agrari e agrotecnici)

    laurea triennale = albo unico dei tecnici laureati (ingegneri agronomi architetti geologi con laurea triennale)

    laurea specialistica = albi unico per architetti geologi ingegneri agronomi con laurea specialistica

    Stop. punto.
    ad ogni titolo di studio corrisponde ciò che si spetta, niente di più niente di meno.
    mi sembra facile, no?

  4. Invece di prendere i laureati triennali i vari collegi (periti, geometri e agrotecnici) dovrebbero premere per avere dai nuovi istituti tecnici nuova linfa è questa secondo me la loro naturale evoluzione.

Lascia un commento