Competenze dell’Ingegnere civile e ambientale iunior – Edificio in muratura portante

Quesito in merito alle competenze dell’ingegnere civile e ambietnale iunior

Riportiamo i quesiti che ci sono stati posti da L.O., ingegnere civile e ambientale, iscritta da tre anni in una provincia della Toscana.
“Avrei bisogno di informazioni circa:

1) ho effettuato gli esami validi per il corso di sicurezza sui cantieri e da tre anni collaboro con studi che si occupano di sicurezza ed igiene sui cantieri. Per potere fare il Coordinatore alla Sicurezza, si richiede oltre al titolo di studio ed all’attestato che possiedo, un esperienza lavorativa di due anni (DLgs.81/08), ma devo certificarlo/comunicarlo a qualcuno?….o basta una lettera dei miei datori di lavoro?..esiste una procedura certa?

2) Inoltre avrei necessità di sapere se posso fare il direttore dei lavori strutturali, con progetto fatto da un Ing. Senior iscritto all’Albo da +10anni. Non riesco a trovare alcun riferimento sulle figure e requisiti di chi può fare il direttore dei lavori strutturali. L’intervento per cui dovrei ricoprire tale ruolo è una costruzione di un muro a retta e di un ampliamento di 30 mq con solaio e pareti in c.a.”

a richiesta di chiarimenti sul secondo punto ci sono state fornite ulteriori spiegazioni.

“il progetto della direzione lavori è un permesso a costruire: si tratta di un vecchio casolare in pietra, che va ristrutturato, e una parte costruita ex novo.
Si tratta di contro fondazioni lungo il perimetro esistente, rifacimento dei solai e della copertura in legno, formazione di cordolo perimetrale per la copertura, realizzazione di pareti divisorie in laterizio forato, formazione di aperture interne, e su un lato dell’immobile viene realizzato un “rettangolo”, che sarà una cantina, a piano terra, in c.a., solai, copertura piana e pareti. inoltre sull’esterno viene realizzato un muro di contenimento, per un piccolo sbancamento che viene eseguito, finalizzato alla realizzazione di un parcheggio prospiciente l’abitazione. Le pareti esterne non vengono modificate, e sono in pietra.”

Risposta

Cara Collega L.O. ,

In riferimento al tuo primo quesito l’art. 98 comma 1 lett. b del D.Lgs. 81/08 prevede il possesso di laure in una delle classi citate  “nonché attestazione, da parte di datori di lavoro o committenti, comprovante l’espletamento di attività lavorative nel settore delle costruzioni per almeno due anni;”.

Dal tuo quesito si evince che da tre anni collabori con degli studi che si occupano di sicurezza nei cantieri, per cui dal tenore della norma sarebbe opportuno ottenere una attestazione, da parte del tuo datore di lavoro, dalla quale si evinca che nel periodo di collaborazione hai espletato “attività lavorative nel settore delle costruzioni”. La norma non prevede null’altro, solo il possesso di una laurea nelle classi menzionate nel D.Lgs. 81/08, dell’attestazione e del corso sulla sicurezza, documenti che dovrai esibire ove, nell’espletamento dell’attività o al momento dell’incarico, ti fosse chiesto di comprovare il possesso dei titoli che ti abilitano.

In merito al secondo quesito, ed alle specifiche successivamente inviate, si ritiene che la direzione lavori di tali opere rientri a pieno nelle tue competenze, in quanto gli interventi citati prevedono l’utilizzo di metodologie e sistemi in uso da decenni, di contro non si ravvedono elementi di particolare difficoltà che presumano l’utilizzo di metodologie avanzate, innovative e/o sperimentali riservate esclusivamente agli iscritti alla sezione A del tuo Settore.

Che il progetto sia stato redatto da un iscritto “senior” da più di 10 anni non inficia sulla tua possibilità di svolgere la direzione lavori se le opere rientrano nelle tue competenze.  Il vincolo dei 10 anni di iscrizione esiste per poter svolgere attività di collaudo, a te in questo momento preclusa.

L’unica legge che impone delle limitazioni e la Legge 5 novembre 1971, n. 1086,  la quale  prevede che  “L’esecuzione delle opere [in cemento armato, armato precompresso e in strutture metalliche] deve aver luogo sotto la direzione di un ingegnere o architetto o geometra o perito industriale edile iscritto nel relativo albo, nei limiti delle rispettive competenze.”.

A.A.


il parere in pdf

4 risposte a “Competenze dell’Ingegnere civile e ambientale iunior – Edificio in muratura portante”

  1. Vorrei sapere se io in possesso della laurea di 1° livello in Ingegneria civile e del territorio posso fare il responsabile tecnico di un’impresa per la realizzazione di progetti elettrici
    distinti saluti

  2. Salve,
    sono un ingegnere iscritto all’albo sez. B, vorrei avere informazioni circa la possibilità che un ingengere iscritto alla sez.B settore a dell’albo ha per la firma di un progetto appartenente ad una gara di appalto a concorso che richieda oltre all’offerta economicamente più vantaggiosa, anche un’offerta tecnica. Chiaramente il tecnico è dipendente di una impresa privata. Inoltre un ingegnere triennale può assumere incarichi dalle pubbliche amministrazioni inerenti la Direzione Lavori di impianti fognari, aree P.I.P., strade…etc. per le quali non si prevedono sistemi innovativi??

    Grazie

    1. Caro Angelo,
      la tua domanda è molto complessa e andrebbe valutata con una certa attenzione.
      Come avrai letto dal nostro sito il 24 gennaio il Consiglio di Stato emetterà la sentenza sulle nostre competenze, appare ovvio che tuto dipende dalla loro decisione.
      Per noi (per me) puoi fare molto, oggi però è d’obligo aspettare e qualunque cosa ti dica potrei essere smentito.
      A.A.

  3. Caro A.A.,
    la mia precedente richiesta di informazione può essere scomposta:
    1. Possiamo progettare opere pubbliche per le quali non è richiesto il deposito al G.C. (fogne, lottizzazioni…etc…) per una P.A.;
    2. Possiamo ricoprire l’incarico di DL per la P.A.

Lascia un commento