Compenso professionale: per il Consiglio di Stato non può essere simbolico e lesivo del decoro

Articolo interessante nel quale viene evidenziato la distinzione, in narrazione del Consiglio di Stato, della differenza tra”compenso” e “corrispettivo”. Dove nel compenso può essere assimilato il “prestigio” che l’incarico dà, non ravvisabile nel “cortispettivo” più legato all’aspetto economico/monetario un senso stretto. https://www.lavoripubblici.it/news/2018/09/LAVORI-PUBBLICI/20839/Compenso-professionale-per-il-Consiglio-di-Stato-non-pu-essere-simbolico-e-lesivo-del-decoro (altro…)

Codice Appalti, Anac: semplificazioni senza passi indietro

Una estrema sintesi del problema SEMPLIFICAZIONE che non credo si possa non condividere: “Le parti del codice che si stanno dimostrando complicate – ha concluso il presidente Cantone – vanno assolutamente semplificate, a patto che con il termine semplificazione si intenda il miglioramento delle procedure per ottenere risultati e non per l’ottenimento di un sistema di mani libere e di elusione come con la Legge obiettivo” ha però precisato. “Quel sistema – ha aggiunto – non è riuscito ad impedire (altro…)

Accesso civico agli atti di gara: legittimo il diniego della stazione appaltante

Sentenza interessante e seppur negativa per l’appellante apre la strada, salvo ricorso al Consiglio di Stato per un tentativo di ribaltamento, per un diverso accesso con l’ordinaria legge 241/1990 in quanto nel caso di specie il ricorrentevaveva un interesse diretto. A.A. https://www.lavoripubblici.it/news/2018/07/LAVORI-PUBBLICI/20591/Accesso-civico-agli-atti-di-gara-legittimo-il-diniego-della-stazione-appaltante (altro…)